Domenica, 17 dicembre 2017
Regione Toscana

Prodotti falsi smascherati da 450 studenti

Parte dai ragazzi la sfida alla contraffazione: circa 450 studenti, appartenenti a 23 classi di otto scuole superiori del territorio fiorentino hanno spiegato - prima di tutto ai loro coetanei - che l’alterazione di cibi e prodotti genera danni sociali, economici e alla salute.

Lo hanno fatto con 18 lavori originali fra i quali video, slides e poster digitali, che sono stati presentati al cinema teatro Odeon nel corso di una lezione-spettacolo curata dall'Osservatorio anti-contraffazione della Camera di Commercio di Firenze e nella quale è andato anche in scena lo show SostEdibile sul consumo consapevole e la lotta alle frodi alimentari.

I lavori anti-falsi sono stati prodotti dopo un ciclo d’incontri organizzati in classe dall’Osservatorio anti-contraffazione. E’ stata una giuria di esperti poi a selezionare i lavori: il primo premio è andato agli studenti della quinta A, quinta B e quarta A della Enriques di Castefiorentino con un poster digitale che riprende una famosa opera di Renè Magritte, traslata nell’ambito della contraffazione; seconda classificata la quarta B turismo dell’Istituto Fermi di Empoli con un video in stile Le Iene che denuncia i fake fra i giovani; terzo posto per la quinta A-eno dell’Istituto Buontalenti di Firenze con una tavola grafica sulla corretta etichettatura delle bottiglie d’olio.

Riconoscimento speciale per la quinta B dell’Istituto Buzzi di Prato con un poster digitale che ha come protagonista Willy il Coyote, testimonial involontario dei danni provocati dalla contraffazione. Applauditi anche i lavori delle altre scuole che hanno partecipato al progetto: l’Istituto Tecnico Agrario Statale di Firenze, l’IIS Cellini di Firenze, l’IIS Giotto Ulivi di Borgo San Lorenzo e l’ISIS Gobetti Volta di Bagno a Ripoli.

Tutti i lavori saranno visibili sul sito e sulla pagina Facebook della Camera di Commercio di Firenze: una speciale votazione online sarà aperta con l’obiettivo di condividere il più possibile queste opere anti-contraffazione degli studenti.