Sabato, 25 novembre 2017
Regione Toscana

Sprechi alimentari: la campagna europea Spreco zero

Agli inizi di febbraio, Last Minute Market ha annunciato l'avvio della 6 edizione della campagna europea di sensibilizzazione “Spreco zero. Un anno contro lo spreco”.

L'iniziativa, attiva dal 2010, quest'anno pone la sua attenzione alla conservazione del cibo come fattore primario di prevenzione dello spreco degli alimenti e riduzione della quantità di rifiuti prodotti in ambito domestico, che, secondo le indicazioni dell'UE, dovranno ridursi del 50% entro il 2025.

Ogni famiglia, in Italia, getta in media 650 grammi di cibo ogni settimana, ma con il cibo si buttano via anche soldi: 6,7 euro ogni settimana, che corrispondono ad oltre 300 euro ogni anno.

Quest'anno, quindi, una particolare attenzione sarà dedicata al monitoraggio dei “Diari di famiglia”, dove ogni famiglia annoterà, per una settimana nel mese di aprile, la quantità e la tipologia degli alimenti gettati e la modalità di smaltimento, compreso lo smaltimento attraverso gli scarichi domestici, latte, succhi di frutta o caffè avanzato che si gettano nel lavandino, e lo smaltimento come cibo per gli animali da compagnia.

Il monitoraggio scientifico dello spreco alimentare delle famiglie attraverso i diari (Wastebusters) coinvolgerà 100 famiglie e sarà validato scientificamente dall'Università di Bologna – Distal. I dati che emergeranno da quest'indagine saranno resi noti il 5 giugno in occasione della Giornata mondiale dell'Ambiente.