Lunedi, 26 ottobre 2020
Regione Toscana

Treni, le ispezioni della Regione Toscana: 664.000 euro di penali a Trenitalia

Sarà di circa 664.000 euro l’importo della penale che la Regione Toscana applicherà a Trenitalia per i disservizi verificati dagli ispettori regionali nel corso del 2012. 

Attenzione: questa cifra riguarda soltanto le violazioni degli standard di qualità del viaggio previsti dal contratto di servizio tra Regione e Trenitalia. A questa ‘sanzione’ si aggiungeranno le ulteriori eventuali penali dovute ai ritardi o alle soppressioni dei treni programmati.

La Regione Toscana ha un nucleo di 45 ispettori. Sono loro a compiere accertamenti sui treni del servizio ferroviario regionale per verificare il rispetto degli standard di qualità.

Il bilancio dell’attività degli ispettori regionali a fine 2012 parla di 14.263 controlli a bordo dei treni regionali toscani e presso le stazioni toscane.

I parametri sui quali si sono verificati i maggiori problemi sono stati:

- il rispetto del numero delle vetture nella composizione dei treni, con conseguente sovraffollamento;

- la mancanza di comunicazioni all’utenza e di informazioni affisse a bordo del treno;

-  il riscaldamento delle carrozze;

- la climatizzazione in estate;

- il funzionamento delle toilette.

Trenitalia sarà inoltre ‘sanzionata’ per circa 4000 euro a causa di mancate o ritardate risposte agli utenti che hanno segnalato disagi tramite il numero verde regionale per i reclami riguardo al trasporto pubblico locale: 800-570530.

Gli ispettori regionali hanno effettuato anche numerosi rilevamenti sull’affluenza a bordo dei treni e nelle stazioni, cioè hanno registrato i saliti ed i discesi nelle varie stazioni. Dati estremamente utili per la programmazione del servizio ferroviario.

I denari recuperati torneranno tutti agli utenti, sotto forma di sconti sugli abbonamenti futuri. In pratica l’abbonamento verrà decurtato di un 20% circa. Gli utenti saranno avvisati della esigibilità dello sconto, grazie ad opportuni avvisi esposti presso le biglietterie, o sul sito di Trenitalia.

Nel corso del 2012 gli ispettori regionali hanno controllato anche i servizi effettuati da TFT\RFT (linee Arezzo-Stia e Arezzo-Sinalunga, penali per circa € 7.000) e dalla Toremar (penali per un totale di 2000 euro).

La carta dei servizi di Trenitalia