Domenica, 14 agosto 2022
Regione Toscana

Pasqua a tavola: consigli per un pranzo green e senza sprechi

Si avvicina la Pasqua e il sito InToscana.it presenta alcuni consigli utili per un pranzo green e senza sprechi.

Una lista della spesa sostenibile

Per prima cosa, è fondamentale pianificare con attenzione il menu di Pasqua che volete proporre: questo vi aiuterà ad acquistare prodotti mirati e spendere il giusto. Prima di recarvi a fare la spesa (o prima di ordinarla a domicilio), scrivete una dettagliata lista di cosa vi serve: eviterete di comprare pietanze in eccesso.

Acquistare prodotti eco-friendly

Dopo aver fatto una lista della spesa, cercate di acquistare prodotti a chilometro zero e di stagione (che sono anche più convenienti dal punto di vista del prezzo): sembrano banalità, ma sono delle pratiche che aiutano a sostenere l’economia locale e a ridurre l’inquinamento dovuto al trasporto. Ma non solo: questi alimenti eco-friendly sono anche più ricchi a livello nutrizionale. A questo proposito, è utile consultare il calendario stagionale del pesce in Toscana e quello della frutta e della verdura.

Ricette con gli avanzi di Pasqua

Il vostro frigo è pieno di avanzi del pranzo di Pasqua? Nessun timore: via libera alla creatività! In Toscana siamo dei veri artisti nel recupero dei piatti. Il pane raffermo, ad esempio, può diventare pappa al pomodoro, bruschetta, panzanella o ribollita; verdure e patate già cotte possono arricchire frittate, pasta o minestroni.

Imparare a leggere le etichette

Prevenire è meglio che riciclare. Per evitare gli sprechi di cibo, oltre a comprare le giuste quantità, è buona regola leggere attentamente l’etichetta con la data di scadenza.
Curiosità: sapevate che c’è differenza tra la data “limite” di consumo e la dicitura “da consumarsi preferibilmente entro”? In quest’ultimo caso, infatti, non viene segnalata una vera e propria scadenza, ma un periodo oltre il quale l’alimento potrebbe aver perso alcune proprietà.

Continua a leggere su InToscana.it