Venerdi, 25 maggio 2018
Regione Toscana

Carnevale: ogni scherzo vale. Ma senza far male!

Carnevale deve essere una festa. Soprattutto per i bambini, ma anche per i grandi. Bisogna quindi fare molta attenzione a quello che si compra, ai prodotti che saranno indossati o faranno da corredo ai giochi dei più piccini.

Nell’acquistare le maschere di Carnevale  è bene controllare che non abbiano bordi taglienti e parti acuminate e che lascino un’apertura sul volto tale da evitare il rischio di soffocamento; se poi si sceglie di indossare parrucche, costumi o barbe finte bisogna sempre leggere con attenzione le etichette per controllare che non vi sia il rischio di infiammabilità.
Sembra stupido ma è una precauzione da tenere viva.

Un capitolo a parte merita, poi, l’utilizzo di bombolette spray di schiume colorate e stelle filanti: ricordiamo che, anche se attraggono tanto i ragazzini, non sono per niente adatte a loro.
Anche se spesso al supermercato sono sugli scaffali insieme a maschere e coriandoli, non si possono considerare dei giocattoli e inoltre solitamente non hanno superato le prove di sicurezza riguardanti l’assenza di sostanze che possono irritare gli occhi.

Quindi: attenzione! I genitori siano vigili non solo per evitare  il contatto con gli occhi, ma anche che la schiuma venga spruzzata su persone e vestiti, perché potrebbe comunque raggiungere il volto.

Per le feste degli adulti (ma anche per quelle dei ragazzini), come è intuibile, va fatta molta attenzione a fondotinta, rossetti e cosmetici vari, utili per camuffarsi: occhio a quelli di bassa qualità, magari acquistati sulle bancarelle, perché potrebbero provocare allergie e irritazioni alla pelle.

A volte spendere un po’ di più può essere consigliabile. E se vogliamo truccare i piccoli si consideri che la cute dei bambini è particolarmente delicata. 

Insomma, non per fare i menagrami, ma seguendo alcune precauzioni e un po’ di buon senso, a Carnevale ci si può divertire in sicurezza!