Lunedi, 6 dicembre 2021
Regione Toscana

Energia: +9,9% per l’elettricità e +15,3% per il gas

Anche per l'Italia il forte aumento delle quotazioni delle materie prime - in continua crescita da inizio anno per la ripresa delle economie dopo i ribassi dovuti la pandemia - nonché la decisa crescita dei prezzi dei permessi di emissione di CO2, avrebbero portato ad un aumento di circa il 20% della bolletta dell'elettricità, se il Governo non fosse intervenuto con un provvedimento di urgenza per diminuire la necessità di raccolta degli oneri generali in bolletta del prossimo trimestre.

Così l'Arera annuncia gli aumenti delle bollette di elettricità e gas per il prossimo trimestre, a partire dal 1° luglio. L'incremento definitivo è del 9,9% per la bolletta dell'elettricità e del 15,3% per quella del gas nel terzo trimestre del 2021 per la famiglia tipo in tutela.

In particolare, il Governo, con il "Decreto lavoro e imprese", ha previsto di destinare 1,2 miliardi di euro alla riduzione degli oneri generali di sistema per il prossimo trimestre, utilizzando a tal fine parte di quanto ricavato proprio dalle aste del mercato europeo dei permessi di emissione di CO2.

L'Autorità, utilizzando le leve regolatorie ha conseguentemente ridimensionato gli oneri generali per il trimestre luglio-settembre, attuando una forte riduzione degli oneri generali relativi al sostegno delle energie rinnovabili (ASos), oltre a un'ulteriore riduzione anche dei rimanenti oneri generali (Arim), in particolare di quelli per la promozione dell'efficienza energetica, come effetto del recente decreto in materia di certificati bianchi.

Cause ed effetti degli aumenti

Gli aumenti sono legati al trend di forte crescita delle quotazioni delle principali materie prime energetiche, in particolare i prezzi europei del gas sono cresciuti di oltre il 30% nel secondo trimestre del 2021 rispetto al primo e risultano sempre più correlati con il prezzo della CO2 che, nel mese in corso, si è attestato oltre i 50 €/tCO2, anche per le attese di un possibile rafforzamento delle vigenti politiche comunitarie per il contenimento delle emissioni nocive dei gas serra. Aumenti delle materie prime stanno causando ripercussioni analoghe sui prezzi finali dei consumatori anche in altri paesi europei, come la Spagna e la Francia.

Nike Free Volt Black, Nike Free Black Volt, Nike Free Metcon 3 - Men's - Training - Shoes - Black/antrhacite/black/volt | Width - D - Medium http://incheon2014.kr/719-nike-free-volt-black-nike-free-black-volt-nike-free-metcon-3-men-s-training-shoes-black-antrhacite-black-volt-width-d-medium.html

In termini di effetti finali per il prossimo trimestre, per l'elettricità la spesa per la famiglia-tipo nell'anno scorrevole (compreso tra il 1° ottobre 2020 e il 30 settembre 2021) sarà di circa 559 euro, con una variazione del +12% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell'anno precedente (1° ottobre 2019 - 30 settembre 2020), corrispondente ad un aumento di circa 62,4 euro su base annua. Nello stesso periodo, la spesa della famiglia-tipo per la bolletta gas sarà di circa 993 euro, con una variazione del -1,3% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell'anno precedente, corrispondente ad una riduzione di circa 13 euro su base annua.

I Bonus sociali

A sostegno delle famiglie in stato disagio economico, da luglio è definitivamente attivo l'automatismo che consente a chi ne ha diritto (nuclei con Isee non superiore a 8.265 euro, 20.000 se con più di 3 figli) di trovarsi accreditato in bolletta, in modo automatico nei prossimi mesi, il bonus sociale di sconto per elettricità e gas, che comprenderà le agevolazioni già conteggiate dall'inizio dell'anno.

Per ottenere i bonus sociali, quindi, non serve più presentare la domanda, che resta invece necessaria per le riduzioni da disagio fisico (utilizzo di apparecchiature elettromedicali salvavita). Il bonus automatico in bolletta è operativo grazie alla collaborazione dei soggetti che gestiscono i dati dell'ISEE e delle utenze - rispettivamente INPS e Acquirente Unico. Con l'automatismo le agevolazioni sono garantite oltre 3 milioni di famiglie, 2/3 delle quali in passato non presentava domanda.

La protesta delle associazioni dei consumatori

L’Unione Nazionale Consumatori calcola che è record storico per il rialzo del gas, mentre quello della luce è il terzo maggior rincaro di sempre. In pratica, la stangata del prossimi trimestre sulla bolletta del gas è la “prima” in classifica. Gli aumenti degli anni precedenti erano arrivati al più 11,4% nel trimestre ottobre-dicembre 2020 e all’ 8,2% in quello luglio-settembre 2018. Per la bolletta dell’elettricità si tratta del terzo maggiore rincaro. Sopra il più 9,9% di quest’anno ci sono solo gli aumenti di aprile-giugno 2021 a più 10,4% e quelli del trimestre ottobre-dicembre 2020 a più 15,6%.

Senza contare che la stangata sull’elettricità, più 9,9%, arriva proprio in un momento in cui ci sarà un prevedibile picco di consumi a causa dell’uso dei condizionatori, e l’uso del condizionatore gonfia le bollette delle famiglie molto di più di quanto si possa pensare: porta a spendere fino al 42% in più per l’energia elettrica, rispetto a chi non ha l’aria condizionata. E questo fa aumentare anche il rischio di povertà energetica.

Per il Codacons gli aumenti peseranno per un totale di 197 euro in più l’anno a famiglia, l’Unione Nazionale Consumatori ha stimato un aumento su base annua (non, quindi, secondo l’anno scorrevole, ma dal 1° luglio 2021 al 30 giugno 2022, nell’ipotesi di prezzi costanti) di 56 euro in più per la luce e 158 euro per il gas. Una maggior spesa complessiva pari, quindi, a 214 euro.

Alleggerire le bollette energetiche, le proposte di Adiconsum