Mercoledi, 22 settembre 2021
Regione Toscana

Nuove regole IVA per gli acquisti transfrontalieri, cosa cambia per il consumatore?

Dal 1° luglio entrerà in vigore una nuova normativa europea volta a semplificare gli acquisti transfrontalieri effettuati a distanza. L’Unione Europea, con l’adozione della direttiva UE 2017/2455, è intervenuta sulle regole in materia di applicazione dell’Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) alle transazioni transnazionali effettuate online. Lo ricorda il Centro Europeo Consumatori Italia.

Il consumatore europeo non dovrà modificare le proprie abitudini d’acquisto, spiega il Centro. Quando acquisterà da siti di Paesi Terzi dovrà fare attenzione al prezzo finale del prodotto acquistato: dal 1° luglio 2021, infatti anche i beni con un valore inferiore a €22 provenienti da paesi extra UE saranno assoggettati al pagamento dell’IVA.

IVA per gli acquisti transfrontalieri, le nuove regole

Queste le novità più rilevanti:

  • l’IVA sarà versata nel luogo in cui si verifica il consumo delle merci e dei servizi;

  • le imprese avranno a disposizione un sistema semplice e uniforme per dichiarare e versare l’IVA sulle transazioni transnazionali verso acquirenti dell’Unione Europea, grazie a due nuovi sistemi online, lo sportello unico (OSS) e lo sportello unico per l’importazione (IOSS);

  • le piattaforme digitali risponderanno direttamente degli adempimenti IVA nel caso di vendite a distanza intracomunitarie di beni e vendite di beni già situati nel territorio dell’UE, effettuate da soggetti passivi stabiliti al di fuori dell’UE e vendite a distanza di beni importati da paesi extra UE in spedizioni di valore non superiore a 150 euro.