Mercoledi, 22 settembre 2021
Regione Toscana

Prodotti contraffatti, EUIPO: aumento senza precedenti dei rischi per i consumatori

I consumatori trovano difficoltà nel distinguere tra prodotti autentici e prodotti contraffatti. È quanto emerge dallo studio «I cittadini europei e la proprietà intellettuale», condotto dall’Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale. Quasi un europeo su 10 (9%), infatti, ha affermato di avere acquistato prodotti contraffatti a causa di indicazioni fuorvianti.

Prodotti contraffatti, le percezioni dei consumatori in Europa

Dallo studio emergono differenze significative tra gli Stati membri dell’Unione europea. I Paesi nei quali si registra una percentuale più elevata di casi in cui i consumatori sono esposti a indicazioni fuorvianti sono Bulgaria (19 %), Romania (16 %) e Ungheria (15 %), mentre Svezia (2 %) e Danimarca (3 %) presentano le percentuali più basse all’interno dell’Unione europea. L’Italia, ove il 6% della popolazione afferma di essere stato indotto con l’inganno ad acquistare prodotti contraffatti, si colloca nettamente al di sotto della media dell’UE.

Permane, dunque, una certa insicurezza tra i cittadini dell’Unione europea a causa dei dubbi relazionati a un eventuale acquisto di prodotti contraffatti. Secondo lo studio, un terzo degli europei (33 %) si è interrogato sull’originalità del prodotto acquistato.