Domenica, 11 aprile 2021
Regione Toscana

Pasqua e viaggi all’estero, le regole per chi rientra in Italia

Durante le feste di Pasqua è possibile fare viaggi all’estero, pertanto – si apprende da fonti stampa – nonostante le limitazioni previste sul territorio nazionale, “sono giustificati gli spostamenti finalizzati a raggiungere il luogo di partenza di questo tipo di viaggi che, in quanto generalmente consentiti, non possono subire compressioni o limitazioni al proprio svolgimento”. Basterà “essere muniti di autocertificazione”.

Lo ha specificato il Viminale, a seguito di una richiesta di chiarimento dell’Astoi, associazione dei tour operator italiani (Fonte: Corriere della Sera).

Viaggi all’estero, le nuove regole

Inoltre, il 30 marzo il Ministro della Salute Speranza ha firmato una nuova ordinanza – in vigore dal 31 marzo al 6 aprile 2021 – che introduce ulteriori limitazioni per tutti coloro che hanno soggiornato o transitato, nei quattordici giorni antecedenti all’ingresso in Italia, in alcuni Stati e territori specifici (sotto l’elenco).

Non sarà sufficiente il tampone (molecolare o antigenico) negativo, effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Italia, ma, oltre a questo, sarà necessario anche:

  • sottoporsi, a prescindere dall’esito del test molecolare o antigenico di cui sopra, alla sorveglianza sanitaria e ad isolamento fiduciario per un periodo di cinque giorni;

  • sottoporsi, al termine dell’isolamento di cinque giorni, ad un ulteriore test molecolare o antigenico.

Questi i Paesi interessati dall’ordinanza:

Austria (con limitazioni specifiche), Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (incluse isole Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia, (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo), Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi (esclusi territori situati al di fuori del continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi territori nel continente africano), Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco.

Viaggi Pasqua: consigli e indicazioni per chi volesse disdire la partenza (Federconsumatori.it)