Martedi, 21 agosto 2018
Regione Toscana

Equitalia, parte la sanatoria: niente interessi su cartelle e multe

Oggi segnaliamo una novità positiva per i contribuenti. Equitalia ha annunciato una sanatoria per alcune cartelle fiscali, una boccata d’ossigeno in questa fine di gennaio piena di tributi da pagare.

Si tratta di una misura prevista nell’ultima legge di Stabilità. Entro il 28 febbraio i contribuenti hanno la possibilità di pagare in un’unica soluzione, senza interessi di mora e interessi di ritardata iscrizione a ruolo, le cartelle e gli avvisi di accertamento esecutivi affidati entro il 31 ottobre 2013 a Equitalia per la riscossione.

La misura comprende i tributi dovuti alle Agenzie fiscali, agli uffici statali e agli enti locali (qui l'elenco degli Enti). Quindi sono comprese l’Irpef e l’Iva, ma anche il bollo auto e le multe per la violazione del codice della strada. Esclusi, invece, i debiti Inps e Inail e le somme dovute per sentenze di condanna della Corte dei Conti. La definizione agevolata è applicabile anche in presenza di rateizzazioni, sospensioni giudiziali o altre situazioni particolari.

Attenzione, perché Equitalia non invierà nessuna comunicazione alle persone interessate, e quindi è il singolo cittadino che deve attivarsi per verificare la propria situazione.

A questo proposito si può consultare la pagina dedicata all'iniziativa sul sito di Equitalia, ma in ogni caso conviene rivolgersi direttamente agli sportelli territoriali e richiedere il dettaglio del proprio debito (estratto di ruolo), che è fondamentale per capire se i tributi inseriti nelle varie cartelle rientrano nella definizione agevolata.

In questo caso il contribuente non dovrà pagare gli interessi di mora, e per le cartelle e gli avvisi emessi per conto dell’Agenzia delle Entrate, e quindi riferite a entrate erariali, non si paga neanche il tributo relativo agli interessi per ritardata iscrizione a ruolo. Si pagherà il residuo del debito (al netto degli interessi non dovuti), l’aggio, le spese di notifica e quelle per eventuali procedure attivate.

Il pagamento deve essere effettuato in un’unica soluzione entro il 28 febbraio e il versamento si può fare in tutti gli sportelli di Equitalia o negli uffici postali tramite bollettino F35, indicando tassativamente nel campo «Eseguito da» la dicitura «Definizione Ruoli - L.S. 2014».

In questo caso è bene utilizzare un bollettino F35, completo di codice fiscale, per ognuna delle cartelle o degli avvisi che si vuole pagare in forma agevolata.