Domenica, 11 aprile 2021
Regione Toscana

Covid, da oggi scuole chiuse in 40 comuni della Toscana

Da oggi e per tutta la settimana, le scuole di 40 dei 273 comuni della Toscana rimarranno chiuse. E’ quanto disciplinato con ordinanze dal presidente Eugenio Giani, a seguito della sessione di lavoro con il il comitato toscano per l’emergenza e la prevenzione scolastica (Ceps), conclusa in nottata con i sindaci dei territori interessati.

E’ prevista la “sospensione delle attività dei servizi educativi dell’infanzia, mentre le attività scolastiche e didattiche delle scuole di ogni ordine e grado si svolgeranno esclusivamente con modalità a distanza”.

Resta però salva la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori (per le scuole) o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica delle alunne e degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali (per i servizi educativi per la prima infanzia e per le scuole di ogni ordine e grado).

Non sono invece previste deroghe per attività a favore dei figli di lavoratrici e lavoratori dei cosiddetti servizi essenziali, un punto sul quale nei giorni scorsi era emersa la necessità di un chiarimento.

L’assenza di un fondamento giuridico chiaro su questo punto, visto che il Dpcm non fornisce indicazioni sull'eventuale deroga (per la quale, peraltro, non è mai intervenuta una disposizione che definisca quali sono i servizi essenziali), ha indotto l’assessora regionale all’istruzione Alessandra Nardini, anche in qualità di coordinatrice della IX Commissione della Conferenza delle Regioni, a chiedere chiarimenti urgenti al  ministero dell’Istruzione, che oggi ha chiarito che le deroghe sono solo quelle per l’uso di laboratori e per studenti disabili o con bisogni educativi speciali.

Un'altra notizia relativa al mondo della scuola. Didacta ci sarà anche quest’anno, dal 16 al 19 marzo. La quarta edizione delle fiera nazionale dedicata al mondo della scuola e ospitata finora alla Fortezza da Basso di Firenze sarà tutta on line, vista l’emergenza sanitaria da Covid-19 ancora in corso. Gli appuntamenti e i temi rimangono gli stessi: formazione, webinair, workhop, incontri ed aggiornamenti sui nuovi trend e sulle proposte più innovative. Saranno però fruibili solo da remoto: con stand virtuali, come quello allestito anche dalla Regione Toscana.

Per accedere alla piattaforma e fruire dei percorsi formativi, coordinati come tutto il programma dall’agenzia Indire, si paga un biglietto di 14 euro, valido per tutti e quattro i giorni, Sono 160 gli eventi complessivamente in programma, già consultabili sul sito https://fieradidacta.indire.it/it/.