Domenica, 11 aprile 2021
Regione Toscana

Le pillole di sostenibilità di ARPAT: prendersi cura del corpo in modo sostenibile

Al momento non esiste una normativa che discipli il settore della cosmesi, che potremmo chiamare "amica dell'ambiente" o "ecofriendly", sostenibile, quindi, come consumatori possiamo solo fare riferimento ad una serie di strumenti per cercare di orientarci e capire cosa stiamo comprando.

Alcuni piccoli suggerimenti sono contenuti nella nostra Pillola di sostenibilità: prendersi cura del corpo in modo sostenibile, ma il primo concreto aiuto ci viene dalla lettura dell'etichetta con l'indicazione degli ingredienti presenti nel prodotto, che fanno riferimento all’I.N.C.I. (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients), acronimo che rimanda ad una denominazione internazionale, usata da tutti i brand del mondo, per elencare le sostanze contenute nei prodotti cosmetici. Per fortuna ... esistono siti Web e App che ci vengono incontro nel decifrare l'I.N.C.I.

Se vogliamo avere qualche informazioni in più sulle sostanze contenute nei più comuni prodotti per la pulizia personale possiamo consultare “What’s in your bathroom ?”, sezione all’interno del progetto Clean seas delle Nazioni Unite, dove sono riportate notizie utili sul contenuto di dentifrici, shampoo ma anche pannolini per bambini, assorbenti o liquidi per le lenti a contatto.