Domenica, 11 aprile 2021
Regione Toscana

Il mercato libero dell’energia slitta al 1° gennaio 2023

Il milleproroghe diventa legge e slitta al 1° gennaio 2023 il passaggio al mercato libero dell'energia. Con la conferma della fiducia al governo da parte del Senato e l’approvazione in via definitiva del milleproroghe diventa infatti effettivo il nuovo rinvio dello stop al mercato tutelato dell’energia per i clienti domestici.

Mercato libero dell’energia, c’è tempo fino al 2023

Il mercato libero dell’energia slitta dunque di un altro anno, a gennaio 2023. Si tratta del quarto rinvio per il passaggio al mercato libero negli ultimi tre anni. Inizialmente era previsto per il 2018, poi è stato posticipato prima al 2020 poi al 2022. Ora diventa definitivo il nuovo rinvio.

Il mercato dell’energia è un campo complesso per i consumatori e pieno di criticità. Oltre a offerte poco chiare, condotte poco trasparenti e una certa aggressività nelle pratiche di “conquista” dei nuovi clienti, non mancano i problemi legati all’effettivo risparmio sulle bollette dei consumatori.

La promessa del mercato libero dell’energia è infatti quella di calibrare contratti e prezzi sulla base dei consumi delle famiglie e di avere quindi maggiori risparmi rispetto al mercato tutelato. Questi risparmi, però, in diverse occasioni rischiano di rimanere sulla carta oppure di non essere così determinanti come dovrebbero (o potrebbero).