Giovedi, 26 novembre 2020
Regione Toscana

Quanto costa un funerale in Italia? L’indagine di Help Consumatori per il 2 novembre

E' da poco trascorso il 2 novembre, giornata dedicata alla commemorazione dei defunti, e questa settimana vogliamo dedicare l'Osservaprezzi ai costi di un funerale in Italia. Per farlo ci affidiamo all'indagine effettuata da HelpConsumatori.it, che ha fatto delle ricerche online e ha contattato telefonicamente un gruppo di agenzie funebri di tre grandi città: Roma, Milano e Palermo.

Funerale che scegli, prezzo che trovi

Il primo dato da tenere a mente è che il prezzo di un funerale dipende dal servizio che si sceglie. In linea molto generale, il prezzo di un funerale completo nel 2020 va da circa 1700 euro a oltre 3 mila euro, ma si superano molto facilmente i 4-5 mila euro. Questa stima viene dal sito MioFunerale.it, un servizio che permette di richiedere un preventivo online sui costi dei funerali.

A questi prezzi bisogna poi aggiungere le tasse e i costi cimiteriali. E dunque il costo medio di un funerale in Italia si aggira intorno ai 2/3 mila euro anche se con molta facilità si arriva a superare i 4 o 5 mila euro a cerimonia. Per il 2020 lo Stato consente di detrarre dalle tasse un importo massimo di 1.550 euro. Bisogna poi considerare i costi dei loculi, che hanno un prezzo diverso a seconda della posizione. A meno che non si scelga la cremazione.

Cassa, trasporto, fiori: ecco come sale il prezzo del funerale

Il prezzo del servizio funerario dipende da tanti fattori. Una buona metà è rappresentata dalle pratiche, dalla cassa e dagli accessori; circa il 20% se ne va per il trasporto e per il carro funebre; hanno un peso intorno al 10% altri fattori come i fiori, la vestizione della salma, la scelta della lapide o dell’urna, il personale di servizio che le pompe funebri mandano per il funerale. (Dati Miofunerale.it).

Su alcune voci si può risparmiare. Su altre meno. Dipende anche, come si diceva, dallo stile della cerimonia. Un funerale essenziale, con la parte burocratica, una cassa semplice e un carro economico, ha un prezzo che si aggira sui 1700 euro. Diventano 3400 euro se ci si mettono dentro cassa e accessori di pregio, un’auto di lusso per il trasporto, la vestizione, la lapide o l’urna, i valletti porta cassa e i fiori.

Il funerale con cremazione

Quanto costa un funerale con cremazione? Più o meno i prezzi sono allineati agli altri funerali. La bara è obbligatoria a norma di legge, anche se andrà bruciata, e ci sono da tenere in conto i costi per la cremazione (che per lo Stato nel 2020 ha un costo fisso di 511,60 euro). Scegliere la cremazione permette comunque un risparmio sulla bara, perché è più facile decidere di sceglierne una economica, e sui costi cimiteriali. Non vanno infatti conteggiati i costi dei loculi perché le ceneri si possono disperdere in natura o conservare in casa. Il costo di un funerale con cremazione varia dunque da 1600 euro per un funerale essenziale a 3100 euro per una cerimonia “prestigiosa”, un rito funebre completo con accessori di pregio, carro di lusso e quant’altro.

Funerale: si può risparmiare?

Il modo per risparmiare sul funerale c’è, considerato che tutto ha un costo. Una delle voci di prezzo è rappresentata dalla bara, dal legno (è di mogano, di rovere, abete, di legno prestigioso?) e dalle finiture: si può risparmiare scegliendone di economiche ed essenziali. La sepoltura più economica è la cremazione, che permette di non dover pagare loculi o concessioni cimiteriali. Un’altra voce sulla quale si può risparmiare è il trasporto, quindi la scelta dell’automobile per l’ultimo saluto. C’è infatti differenza fra noleggiare un moderno carro funebre lussuosissimo o un furgone vetrato, per non parlare della carrozza d’epoca trainata da cavalli che si è vista in qualche cerimonia da film raccontata dalle cronache cittadine. Altro fronte di risparmio sono i fiori.

Quanto costa un funerale a Roma?

Roma, in base alle informazioni fornite dalla agenzie contattate da HelpConsumatori, il costo minimo è di 1250 euro per un servizio completo (feretro, macchina, vestizione, pratiche anagrafiche, ricordini e così via), a cui vanno aggiunti i costi cimiteriali, che si aggirano orientativamente sui 650 euro per una sepoltura sottoterra750 euro per la cremazione, 850 euro per la dispersione in natura. Il costo dei loculi varia in base alla posizione scelta: circa 2600 euro per la prima fila; circa 3900 euro per la seconda fila; circa 2600 euro per la terza fila e circa 1300 euro per la quarta fila. Il costo base più alto rilevato da HelpConsumatori per un servizio completo, comprensivo anche di auto funebre e portatori, è di 1800 euro. Prezzo che scende a 1500 euro se si sceglie di non usufruire del servizio che provvede ai fiori e dei portatori. Ai costi di agenzia si aggiungono sempre quelli cimiteriali.

A Milano e Palermo il funerale è più caro

Milano HelpConsumatori ha rilevato un costo minimo di 900 euro circa per un funerale “base”, che può salire fino a circa 2500/3000 euro, di media, per un servizio completo. Mentre a Palermo, in base alle informazioni fornite dalle agenzie contattate, si parte da un costo base di 2200 euro, che può salire fino a 2400/2500 a seconda del tipo di legno e di cassa scelti per la bara. A questi costi, da considerare come “prezzi base”, si aggiungono quelli cimiteriali e di eventuali servizi supplementari. Per quanto riguarda la città di Palermo, il crematorio del cimitero dei Rotoli è guasto. Pertanto, nel caso in cui si optasse per la cremazione, bisognerebbe rivolgersi a un crematorio collocato in un’altra città. Eventualità che, ovviamente, comporterebbe un aumento dei costi di agenzia.

E i servizi comunali?

Quanto costano i servizi offerti dai comuni? Ama Funerali Roma offre un funerale completo da 750 euro a 2.000 euro in base ai servizi scelti: “economico” 750 euro, “full service” 1170 euro, “medio” 1500 euro e “lusso” 2000 euro. Per quanto riguarda Milano, il comune offre il “funerale convenzionato” a 1.443,89 euro, esclusi: oneri per il disbrigo della pratica presso il Comune di Milano, da corrispondere direttamente al Comune stesso; le tariffe comunali dovute per la sepoltura richiesta, la cremazione, la concessione della celletta cineraria o del loculo e tutte le spese per i diritti e le tariffe connesse. Il Comune di Milano offre, inoltre, il funerale gratuito. Concesso quando il defunto in vita era indigente e appartenente a famiglia bisognosa o per il quale vi sia disinteresse da parte dei familiari.