Giovedi, 26 novembre 2020
Regione Toscana

Ue e Cina firmano accordo per la tutela di 100 indicazioni geografiche

L’Unione europea e la Cina hanno firmato un accordo bilaterale per proteggere da usurpazioni e imitazioni 100 indicazioni geografiche europee in Cina e 100 indicazioni geografiche cinesi nell’UE.

I negoziati dell’accordo si erano conclusi a novembre 2019. L’intesa, spiega la Commissione europea, promette vantaggi commerciali reciproci e apre all’accesso per prodotti di qualità garantiti per i consumatori europei e cinesi. L’accordo, prosegue Bruxelles, «è il segno della volontà dell’UE e della Cina di tener fede all’impegno assunto in occasione dei precedenti vertici UE-Cina e di aderire alle norme internazionali come base per le relazioni commerciali».

All'interno della lista ci sono Parmigiano Reggiano e Mozzarella di Bufala Campana, Prosciutto di Parma e San Daniele, Barolo e Chianti. Insieme ad altre decine di indicazioni geografiche europee, come lo Champagne, e cinesi, come il tè bianco Anji. In tutto sono cento per parte.

Dopo la firma e l’approvazione del Parlamento europeo, l’accordo sarà adottato ufficialmente dal Consiglio e dovrebbe entrare in vigore entro la fine del 2021. L’accordo è destinato ad allargarsi perché, entro quattro anni dall’entrata in vigore, l’ambito di applicazione sarà ampliato in modo da includere altre 175 indicazioni geografiche di tutte e due le parti, Cina e Ue, sempre dopo una procedura di approvazione.