Martedi, 29 settembre 2020
Regione Toscana

Tasse, bollette, spese: per le famiglie arriva la stangata d'autunno

Per le famiglie italiane è in arrivo una vera e propria “stangata”. Secondo l'indagine di Federconsumatori, tra le spese per la Tari, il riscaldamento, le bollette e quelle per il rientro a scuola, il periodo tra settembre e novembre si prospetta decisamente nero per le famiglie, che dovranno far fronte a una stangata di 2.493,35 Euro.

Come si arriva a questa cifra? Federconsumatori mette in conto una serie di spese concentrate fra settembre e novembre. Ci sono quelle per la scuola, stimate in poco meno di 850 euro fra libri, dizionari, zaini e corredo scolastico, cui si aggiungono oltre un centinaio di euro per i trasporti da e per la scuola. C’è il costo per la seconda rata Tari (circa 160 euro) e quello per la prima rata del riscaldamento (poco meno di 240 euro). Il costo delle bollette in scadenza, fra acqua, luce, gas e telefonia, è stimato in oltre 600 euro con un aumento del 3,5% rispetto al 2019.

Alle spese d’autunno solite si aggiungono poi quelle per visite mediche e controlli che, salvo emergenze, sono stati rimandati a dopo il lockdown e la pausa estiva. Qui l’associazione mette in conto una spesa di 524 euro a famiglia per il periodo autunnale. Il conto fa quasi 2500 euro. E nella cifra non sono comprese le spese per alimentazione e abbigliamento.

Stangata autunnale 2020



Settembre-Novembre

Scuola (libri, dizionari, parte del corredo)

844,20 €

Trasporto da e per la scuola

113,10 €

Bollette (acqua, luce, gas, telefonia)

612,85 €

Tari (seconda rata)

159,50 €

Riscaldamento (prima rata)

238,80 €

Visite e checkup rimandati in primavera-estate

524,90 €

TOTALE

2.493,35

Fonte: Federconsumatori