Mercoledi, 12 agosto 2020
Regione Toscana

Etichettatura a batteria, via libera da Bruxelles al sistema italiano

Il sistema di etichettatura nutrizionale fronte pacco messo a punto dalle istituzioni italiane e denominato “Nutrinform Battery” ha ricevuto il via libera dalla Commissione Europea ed è pronto per essere applicato nel nostro Paese su base volontaria.

Il Nutrinform Battery costituisce una valida alternativa al Nutriscore francese, di cui supera una serie di evidenti limitazioni. L’impostazione del Nutrinform Battery non condiziona le scelte dei consumatori spingendoli all’acquisto di certi prodotti a discapito di altri, ma ha un approccio educativo.

Come funziona l’etichettatura a batteria

In sostanza, attraverso i numeri esposti nelle caselle del Nutrinform e il simbolo grafico della batteria, i cittadini avranno la possibilità di capire facilmente sia la quantità di calorie e di nutrienti che assumono consumando un prodotto, sia l’incidenza di questi nutrienti sulla dieta quotidiana generale.

L’indicazione specifica sulla quantità di nutrienti, inoltre, va maggiormente incontro alle diverse necessità delle persone rispetto all’improbabile giudizio complessivo sul prodotto compiuto dal Nutriscore francese, che non consente al consumatore di capire quanti zuccheri, sali o grassi contenga un alimento.