Domenica, 9 agosto 2020
Regione Toscana

Truffe telefoniche, migliaia di utenti pagavano per servizi non richiesti

Migliaia di utenti delle compagnie telefoniche si sono visti addebitare importi per app e giochi, i cosiddetti Vas (Servizi a Valore Aggiunto), per cui non era mai stata chiesta l’attivazione. Sono undici, attualmente, gli indagati per le truffe telefoniche, si apprende da fonti stampa, e 12 milioni di euro sono sottoposti a sequestro preventivo.

Come riportato dalla stampa, nei giorni scorsi la Guardia di Finanza del Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche e la Squadra reati informatici della Procura di Milano hanno perquisito e sottoposto a sequestro materiale nella sede legale di Windtre, a Rho. Inoltre, anche le compagnie Tim e Vodafone sono state segnalate dai magistrati per pratiche simili a quelle oggetto dell’indagine.