Martedi, 25 febbraio 2020
Regione Toscana

Pagamenti transfrontalieri, commissioni più basse per paesi non zona euro

Risparmi per consumatori e imprese dalle nuove norme europee sui pagamenti transfrontalieri. Un cittadino di un paese non zona euro, come la Romania o la Bulgaria, potrà inviare denaro all’estero pagando le stesse commissioni applicate nelle operazioni nazionali. Il risultato sarà che le commissioni per i pagamenti transfrontalieri saranno molto basse o nulle. È quanto promette la Commissione europea.

Dal 16 dicembre i consumatori e le imprese degli Stati che non appartengono alla zona euro possono infatti effettuare pagamenti transfrontalieri in euro a costi inferiori.