Domenica, 25 agosto 2019
Regione Toscana

Dulcis in primis, con la tappa di Piombino il concorso è entrato nel vivo

Dalla ricotta di Campiglia alle arachidi di Riotorto, dal miele di Baratti alla farina di grani antichi di Suvereto e alle fragole di Populonia. I migliori dolci sono sempre quelli che attingono al territorio valorizzando le eccellenze locali.

E così è stato anche all'Isis Einaudi Ceccherelli di Piombino, dove gli studenti, nell'ambito del concorso "Dulcis in Primis" promosso dall'assessorato regionale a Scuola, formazione e lavoro, si sono cimentati nella realizzazione di tre dessert, accompagnati da vini di produzione locale in abbinamento.