Lunedi, 25 marzo 2019
Regione Toscana

Vittime dei crimini d'odio, il Progetto V-Start per accoglierle e sostenerle

Una ricerca sull'accoglienza per le vittime dei crimini d'odio, un manuale per operatori/operatrici, una guida per le vittime. Fanno parte del progetto "V-Start - Sensibilizzazione e lavoro di rete per le vittime dei crimini d'odio", finanziato dal Programma Justice dell'Unione Europea (2014-2020) e realizzato in Italia da Cospe (Cooperazione per lo sviluppo dei Paesi emergenti) con il co-finanziamento della Regione Toscana (13.200 euro).

Il progetto V-Start (acronimo di Victim support through awareness raising and networking) oltre all'Italia coinvolge altri tre Paesi europei (Croazia, Austria, Germania) e altrettanti partner europei ed è incentrato sulla protezione delle vittime dei crimini razzisti e omofobici: Human Rights House Zagreb (Croazia), Zara - Civil Courage and Anti-Racism Work (Austria), Efms - European Forum for Migration Studies (Germania). Mira a creare una rete di organizzazioni e servizi di assistenza alle vittime, che rafforzi l'attuale capacità dei servizi pubblici e delle organizzazioni della società civile che lavorano contro le discriminazioni, di sostenere le vittime, di incoraggiare a segnalare i crimini d'odio e rendere le persone consapevoli dei loro diritti e delle opportunità offerte dai servizi di supporto specifici (assistenza legale, psicologica ecc.).