Mercoledi, 22 maggio 2019
Regione Toscana

Plastica monouso: nuove norme UE per ridurre i rifiuti marini

Il Parlamento europeo e il Consiglio dell'Unione europea hanno raggiunto un accordo politico provvisorio sulle nuove e ambiziose norme proposte dalla Commissione per contrastare i rifiuti marini alla fonte e che si concentrano sui 10 prodotti di plastica che più di frequente vengono trovati sulle nostre spiagge e sugli attrezzi da pesca abbandonati.

L'accordo si basa sulla proposta relativa alla plastica monouso presentata a maggio 2018 dalla Commissione Europea nell'ambito della prima strategia globale sulla plastica, adottata all'inizio di quest'anno, al fine di proteggere i cittadini e l'ambiente dall'inquinamento causato dai rifiuti di plastica e favorendo al tempo stesso la crescita e l'innovazione.

Le nuove norme si inseriscono nel più ampio sforzo volto a rendere l'Europa un'economia più sostenibile e circolare, così come rispecchiato dal piano d'azione sull'economia circolare adottato nel dicembre 2015. In questo modo le imprese e i consumatori europei si configureranno come leader mondiali nella produzione e nell'utilizzo di alternative sostenibili per evitare i rifiuti marini e l'inquinamento degli oceani, affrontando un problema che ha ripercussioni a livello mondiale.