Martedi, 13 novembre 2018
Regione Toscana

Cambiamento climatico: le iniziative della Commissione europea

I recenti avvenimenti che si sono succeduti sul territorio europeo nell’ultimo decennio, come piogge improvvise ed intense, inondazioni, straripamenti di fiumi, smottamenti e frane, hanno imposto alla Commissione Europea di programmare una serie di iniziative ed interventi per rimodulare tutta una serie di attività umane al fine di limitare se non tentare di annullare gli effetti negativi sull’ambiente e sulla popolazione.

L’aumento delle temperature medie, dei periodi di siccità, lo stato di incuria dei boschi e delle aree verdi che circondano le città sono considerati tutti fattori che a vario titolo concorrono a comporre fattori di rischio non solo per le aree verdi rappresentate da boschi od aree agricole ma anche e soprattutto per i centri abitati, che di norma sono posti a valle dei corsi d’acqua e sulle sponde degli stessi.

La Commissione Europea, attraverso l’Agenzia Europea per l’Ambiente (EEA), ha redatto un primo report per il 2018 sulla “vulnerabilità del cambiamento climatico e le valutazioni del rischio in Europa”, che mette in evidenza iniziative ed interventi volti a meglio affrontare la sfida di un adattamento climatico e dei potenziali pericoli derivanti dalle mutate caratteristiche e condizioni delle precipitazioni, alluvioni e siccità.