Mercoledi, 14 novembre 2018
Regione Toscana

Bollette, AGCOM: obbligo di indicazione della data di spedizione

L’autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha bloccato il tentativo di emettere le bollette in formato elettronico, attraverso il sito dell’Agenzia delle Entrate. Un sistema che va bene per le partite IVA, ma non per le famiglie, che dovranno continuare a ricevere le bollette in formato cartaceo.

Non solo, il Garante dispone nuove norme per tentare di porre un argine ai disservizi relativi alla consegna sistematicamente in ritardo delle bollette nelle case degli italiani. D’ora in poi l’operatore postale dovrà scrivere la data di spedizione sulla busta, in modo da consentire all’utenza di risalire alle responsabilità precise dei ritardi.