Mercoledi, 19 settembre 2018
Regione Toscana

In arrivo nuove regole per chi viaggia con Ryanair

La valigia da imbarcare è più pesante dei limiti consentiti dalla compagnia aerea? Ecco allora alcuni passeggeri fantasiosi pronti a indossare tutti i capi di abbigliamento in eccesso, al fine di porre rimedio al problema e riuscire ad imbarcare il proprio bagaglio senza costi aggiuntivi. A chi non è capitato almeno una volta di assistere a una scena del genere in aeroporto in particolare per i voli Ryanair? La low cost irlandese negli ultimi tempi ha avuto i riflettori puntati addosso dai media per diverse questioni, dagli scioperi proclamati dal personale di volo e i relativi disagi procurati alle migliaia di passeggeri che avevano acquistato un volo Ryan, alle modifiche della policy sui bagagli a mano.

All’inizio del 2018 il vettore aereo infatti, ha inaugurato una nuova policy sui bagagli introducendo “l’imbarco prioritario” necessario per poter portare a bordo degli aerei Ryan un bagaglio a mano, insieme a una borsa o a uno zainetto piccoli. Senza la prenotazione “priority” infatti, il bagaglio a mano può essere imbarcato nella stiva, senza costi per il passeggero.

È notizia recente che dal primo novembre prossimo la compagnia non consentirà più l’imbarco gratuito di un secondo bagaglio a mano, ma sarà necessario corrispondere una somma dagli 8 ai 10 euro per poter continuare a usufruire di tale servizio, altrimenti il trolley verrà imbarcato in stiva.

Dal 1° novembre in sostanza, si potrà viaggiare con la low cost irlandese portando a bordo solo una borsa o zaino di piccole dimensioni (40x20x25 centimetri) da posizionare sotto il proprio sedile, rinunciando a bagagli più voluminosi e pesanti, che fino a ora potevano essere portati gratuitamente in stiva purché non superassero i dieci chilogrammi consentiti dalla compagnia. Per il secondo bagaglio sarà quindi necessario pagare un sovrapprezzo di 8 o 10 euro o un biglietto con imbarco prioritario, al costo di 6 euro.