Venerdi, 19 ottobre 2018
Regione Toscana

CGUE: nuovi OGM devono rispettare requisiti Ue

La Corte di giustizia europea ha stabilito che gli Organismi Geneticamente Modificati (OGM), ottenuti tramite le cosiddette nuove tecniche di gene-editing, devono rispettare i requisiti di valutazione del rischio, tracciabilità ed etichettatura ai sensi della normativa Ue sugli OGM.

La Corte ha affermato che qualsiasi organismo ottenuto tramite l’uso di molecole di acido nucleico ricombinante o di un OGM rientra nell’ambito di applicazione delle norme Ue sugli OGM. Le nuove tecniche di ingegneria genetica generalmente utilizzano molecole di acido nucleico ricombinante per identificare la sezione di DNA che si intende modificare.

La sentenza della Corte europea conferma gli avvertimenti di diversi scienziati secondo i quali il gene editing può causare danni involontari al DNA con conseguenze imprevedibili. Un recente articolo su Nature ha dimostrato che il CRISPR/Cas può causare modifiche genetiche indesiderate molto più vaste di quanto ipotizzassero gli esperti.