Mercoledi, 14 novembre 2018
Regione Toscana

Dichiarazioni Iva 2018 incomplete o non presentate: ecco come mettersi in regola

Cosa succede ai contribuenti che si sono dimenticati di presentare le dichiarazioni IVA entro il 30 aprile 2018 o l'hanno presentata incompleta? E' possibile per questi soggetti mettersi in regola con lo strumento del ravvedimento operoso.

Come indicato dalle Entrate nel Provvedimento 129515/2018 pubblicato il 27 giugno, sono in arrivo i promemoria dell’Agenzia delle Entrate per i contribuenti che quest’anno hanno dimenticato di presentare la dichiarazione Iva  2018 entro la scadenza del 30 aprile, oppure l’hanno presentata compilando solo il quadro “Va” con le informazioni e i dati relativi all’attività.

In questo modo, i destinatari di queste comunicazioni potranno controllare la propria posizione e, se necessario, mettersi in regola con il ravvedimento operoso. Si tratta in particolare di contribuenti che avevano trasmesso telematicamente all’Agenzia i dati delle fatture emesse nel 2017 e che successivamente hanno dimenticato di presentare la dichiarazione o hanno tralasciato alcuni dati.

In particolare coloro che non hanno presentato la dichiarazione Iva per l’anno d’imposta 2017, o che l’hanno presentata compilando solo il quadro Va, troveranno l’alert dell’Agenzia nella loro casella di posta elettronica certificata (Pec), all’interno del Cassetto fiscale (presente nell’area riservata dei servizi telematici delle Entrate), nell’interfaccia web Fatture e corrispettivi.