Mercoledi, 14 novembre 2018
Regione Toscana

“Chimica, moda e salute". A Milano un convegno sulla sicurezza delle filiere tessili

Martedì 5 giugno, in una sala di Federchimica molto gremita, si è tenuto a Milano il convegno “Chimica, Moda e Salute”. Sono intervenuti molti relatori che hanno affrontato, da più punti di vista, il tema delle filiere dell’abbigliamento e degli eventuali rischi da residui di sostanze chimiche nei processi lavorativi del tessile, che talvolta si riscontrano anche nei prodotti acquistati dal consumatore. Tutti hanno convenuto che i processi produttivi vadano affrontati in un’ottica di sostenibilità sociale, ambientale ed economica.

Tra i relatori Clara Gonnelli, presidente della federata ADiC Toscana e membro del Direttivo Nazionale del Movimento Consumatori. “Da tempo ci stiamo occupando di queste complesse filiere, ed abbiamo iniziato il percorso all’interno delle Politiche regionali per la tutela dei consumatori della Regione Toscana (L.R. 9/2008), con sostegno finanziario del Ministero dello Sviluppo Economico. Uno dei problemi principali – dichiara Gonnelli - è rappresentato dal fatto che le etichette dei prodotti dell’abbigliamento in commercio, non sono sufficientemente trasparenti e non tracciano l’intero processo di filiera. Ad esempio, dalle stesse, non emergono i risvolti ambientali legati a produzioni nocive sia per l’uomo che per l’ambiente, oppure non appaiono gli aspetti connessi alla negazione dei diritti dei lavoratori (Salari mensili non dignitosi pari a 50 € in Bangladesh, a 175 in Cina, a 139 in Bulgaria ….), ma nemmeno viene espresso chiaramente il ciclo di vita del prodotto, come anche la dichiarazione ambientale di prodotto (EPD)…”.