Venerdi, 20 aprile 2018
Regione Toscana

Mutilazioni genitali femminili, 6 febbraio giornata mondiale. L'impegno della Regione

Domani, 6 febbraio, è la giornata internazionale contro le mutilazioni genitali femminili. Obiettivo: zero MGF. In questi anni la Regione Toscana ha dato il proprio contributo alla prevenzione e al contrasto del fenomeno e al sostegno delle donne che hanno subìto questa pratica.

Piani di intervento, buone pratiche e prevenzione ma anche convenzioni, raccomandazioni e attività di formazione e informazione rivolta agli operatori sanitari e socio-sanitari. La Regione Toscana partecipa ogni anno, dal 2015, alla Giornata di azione globale contro le Mgf e torna a farlo anche quest'anno, a maggior ragione visto che al centro della Giornata Zero Tolleranza MGF c'è l'apporto che istituzioni nazionali e locali possono dare al raggiungimento di questo obiettivo.

Nonostante i numerosi e importanti passi in avanti fatti nel contrasto e nella lotta alle mutilazioni genitali femminili, sottolinea l'assessore regionale al diritto alla salute, due milioni di ragazze, nel mondo, restano a rischio di subire questa pratica ogni anno. In questi anni la Toscana ha messo in pratica quelli che erano gli indirizzi provenienti dalle dichiarazioni internazionali come la Risoluzione dell'Onu del 2012 o la Carta di Istanbul. L'impegno dell'istituzione prosegue quindi in modo coerente con gli obiettivi di tutela e promozione della salute della donna.