Domenica, 17 dicembre 2017
Regione Toscana

Etichetta, arriva obbligo di origine per conserve e derivati del pomodoro

Arriva l’obbligo di origine in etichetta per il pomodoro.

Sughi, conserve e salse dovranno indicare in etichetta il paese di coltivazione e quello di trasformazione del pomodoro. Solo se tutte le operazioni avvengono in Italia si potrà scrivere in etichetta: “Origine del pomodoro: Italia”. Nei giorni scorsi il Ministro delle politiche agricole Maurizio Martina e il Ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda hanno infatti firmato il decreto interministeriale per introdurre l’obbligo di indicazione dell’origine dei derivati del pomodoro.

I provvedimenti, spiega il Mipaaf, introducono la sperimentazione per due anni del sistema di etichettatura, nel solco della norma già in vigore per i prodotti lattiero caseari, per la pasta e per il riso. Il decreto si applica ai derivati come conserve e concentrato di pomodoro, oltre che a sughi e salse che siano composti almeno per il 50% da derivati del pomodoro.