Martedi, 13 novembre 2018
Regione Toscana

Al via sperimentazione del vuoto a rendere su bottiglie di acqua minerale e birra

Vuoto a rendere per le bottiglie di acqua minerale e birra, in via sperimentale per un anno. Questo quanto prevede il regolamento pubblicato in Gazzetta Ufficiale, che entrerà in vigore dal 10 ottobre e che disciplina la “sperimentazione su base volontaria del sistema del vuoto a rendere su cauzione per gli imballaggi contenenti birra o acqua minerale serviti al pubblico da alberghi o residenze di villeggiatura, ristoranti, bar e altri punti di consumo”.

Un simbolo all’ingresso di bar, ristoranti, alberghi o punti di consumo permetterà di distinguere gli esercenti che aderiscono alla fase sperimentale del vuoto a rendere per le bottiglie di birra e acqua minerale, per contenitori di volume compreso fra 0,20 e 1,5 litri.

Gli esercenti aderiscono volontariamente al sistema del vuoto a rendere e versano una cauzione contestualmente all’acquisto  dell’imballaggio riutilizzabile pieno con diritto di ripetizione della stessa al momento della restituzione dell’imballaggio vuoto. Il valore della cauzione è ricompreso fra 5 centesimi e 30 centesimi e “l’importo della cauzione – si legge nel decreto – in nessun caso comporta un aumento del  prezzo  di  acquisto per  il  consumatore  e rimane invariato  in  tutte  le   fasi   di commercializzazione della filiera”.

Il Ministero dell’Ambiente può concedere il suo patrocinio e l’uso del logo ministeriale su richiesta degli operatori che realizzano campagne di comunicazione sul sistema del vuoto a rendere.