Venerdi, 22 settembre 2017
Regione Toscana

Gioco d’azzardo, CNCA: in 11 anni gli italiani hanno perso 181 miliardi di euro

In undici anni gli italiani hanno perso oltre 181 miliardi di euro nel gioco d’azzardo. Nello stesso periodo, il fatturato complessivo del settore ammonta a 760 miliardi di euro.

Nel 2016 il mercato del gioco vale in Italia quasi 96 miliardi di euro e si contano quasi 19 miliardi di perdite per le famiglie. Quanto sia in salute l’azzardo a livello mondiale è confermato da un dato: il mercato mondiale del settore, alla fine del 2016, si attesta su un valore di circa 470 miliardi di dollari, che equivale al fatturato del Gruppo Apple nel 2012, o al Pil della Russia, o ancora al volume d’affari generato dal turismo sostenibile nel 2012. E se si torna in Italia, emerge che il fatturato complessivo del gioco d’azzardo nel 2016 – pari a quasi 96 miliardi di euro – è superiore a quello conseguito nello stesso anno dall’Enel.

I dati sono snocciolati dal dossier “Gioco d’azzardo: i numeri di un mercato fuori controllo”, curato da Filippo Torrigiani, consulente del Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA) e della Commissione parlamentare Antimafia, e don Armando Zappolini, presidente del CNCA.