Sabato, 30 maggio 2020
Regione Toscana

Tutti i rischi del cibo low cost, l'allarme di Coldiretti

Con la crisi si taglia su tutto, anche sulla spesa per il cibo. Ma più che comprare meno, si compra peggio. L’allarme arriva dalla Coldiretti che in una riunione a Bruxelles ha presentato un dossier sui rischi del cibo low cost.

Oltre sei famiglie italiane scelgono prodotti a basso prezzo, acquistati nei discount. Famiglie che hanno tagliato quantità e qualità degli alimenti privilegiando nell’acquisto prodotti offerti spesso a prezzi troppo bassi per essere sinceri, che rischiano di avere un impatto sulla salute.

Così, nel 2013 gli allarmi alimentari in Italia sono aumentati del 26 per cento, un aumento da record, e l’80 per cento di questi allarmi è stato provocato da prodotti a basso costo provenienti da Paesi fuori dall’Unione Europea. 

“Dietro questi prodotti spesso si nascondono infatti ricette modificate, l’uso di ingredienti di minore qualità o metodi di produzione alternativi” ha affermato il presidente della Coldiretti Sergio Marini nel sottolineare che “verificare sempre gli ingredienti e la provenienza in etichetta, preferire l’acquisto di prodotti freschi o comunque poco elaborati e che non devono aver subito lunghi trasporti, diffidare dei prodotti che costano troppo poco come certi extravergini che non coprono neanche il costo della raccolta, sono alcuni dei consigli da seguire”.