Sabato, 25 novembre 2017
Regione Toscana

A Biella nuovo incontro sulla sostenibilità delle filiere produttive del tessile

Continua l’attività di educazione al consumo legata al percorso di Alternanza Scuola-Lavoro degli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “Q. Sella” di Biella.

Giovedì 27 aprile, dalle 8 alle 13, a Biella, Città Studi in Corso Pella 4, è in programma una nuova giornata nell'ambito del percorso della durata di tre anni, supportato dalle associazioni dei consumatori attraverso il Centro Tecnico per il Consumo, insieme all’Associazione nazionale Tessile e Salute, con la consulenza tecnico-scientifica dell’Università di Pisa e della Camera di Commercio di Biella-Vercelli.

L’obiettivo delle associazioni dei consumatori è quello di dare un contributo per fornire agli studenti gli strumenti, volti allo sviluppo di competenze che saranno loro utili per orientarsi sia nelle scelte di consumo che in ambito lavorativo. I temi che si continueranno a trattare nel corso della mattinata, e successivamente in classe o all’interno di aziende tessili, sono quelli legati alla sostenibilità delle filiere produttive del tessile.

“Per promuovere approfondimenti e sviluppo di conoscenze, c’è bisogno di competenze scientifiche che supportino quelle già presenti nella scuola – dichiara la Presidente del Centro Tecnico per il Consumo Clara Gonnelli - così da poter aiutare gli studenti a saper riconoscere la reale qualità del prodotto. Spesso una maglietta o un vestito, hanno fatto il giro del mondo prima di arrivare nei negozi o nelle bancarelle dei mercati, dove vengono presentati al consumatore con etichette o marchi, talvolta incomprensibili, perché difficili da decodificare”. E’ proprio per questi motivi che Paolo Prosperi, del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-Ambientali dell’Università degli Studi di Pisa, continuerà ad informare i ragazzi, e a farli lavorare all’interno dei Gruppi di Lavoro, sugli indicatori di sostenibilità e lo farà insieme al Presidente Franco Piunti dell’Associazione nazionale Tessile e Salute e a Clara Gonnelli del C.T.C. Il percorso di Alternanza Scuola-Lavoro è coordinato dal prof. Luca Fracon del “Sella”.

Inoltre a fine mattinata, dalle ore 12,00 alle 12,30, il Laboratorio teatrale SCU.TE.R (Scuola Teatro ragazzi di Biella), gestito dal regista e docente del “Q. Sella” di Biella Prof. Renato Iannì, presenterà una performance teatrale che coinvolgerà i presenti in una riflessione sulle filiere dell’abbigliamento. Essa parte dalla considerazione che la responsabilità sociale, debba essere assunta sempre più dal cittadino, nel momento in cui mette in atto delle scelte. Scelte che debbono essere consapevoli e responsabili come del resto sostiene nei fatti il Dirigente Scolastico Gianluca Spagnolo, che apre la scuola all’esterno e fa sperimentare forme di collaborazione che provengono anche dal mondo associativo, come quello rappresentato dalle associazioni dei consumatori.

Il percorso di Alternanza Scuola-Lavoro è promosso da undici associazioni dei consumatori attraverso il Centro Tecnico per il Consumo, ha avuto il patrocinio della Regione Piemonte, dell’USR per il Piemonte, del Comune di Biella, della Camera di Commercio di Biella e Vercelli e del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-Ambientali dell’Università degli Studi di Pisa. E’ svolto in partenariato con l’Associazione Tessile e Salute e l’Associazione Inter-rete Beni Comuni e Sostenibilità. Il progetto è inserito nei programmi generali della Regione Toscana ed è finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico.