Venerdi, 24 marzo 2017
Regione Toscana

Elettricità: con la Tutela SIMILE per le famiglie sconti una tantum in bolletta

È partita da gennaio l'offerta di Tutela SIMILE per le forniture di energia elettrica di famiglie e piccole imprese servite in maggior tutela, un nuovo contratto annuale e volontario con un prezzo che è quello della stessa maggior tutela scontato di un bonus una tantum in bolletta determinato da ciascun venditore, bonus che arriva oltre i 100 euro per le famiglie e intorno ai 200 euro per i clienti non domestici.

Con l'introduzione della Tutela SIMILE, cioè un'offerta 'simile' a una fornitura del Mercato libero, l'Autorità intende offrire ai clienti di minori dimensioni attualmente in regime di Maggiore Tutela l'opportunità di 'sperimentare' una forma di offerta più vicina a quelle del Mercato libero, in condizioni di trasparenza, semplicità e in un contesto di fornitura sorvegliata dall'Autorità stessa. Lo strumento Tutela SIMILE risulta pertanto un modello di offerta tipicamente pull, vale a dire interamente attivabile su iniziativa del cliente finale.

Per accrescere sempre più l'utilizzo di questo strumento innovativo e per introdurre elementi push che sollecitino l'iniziativa del consumatore, l'Autorità, oltre a continuare l'attività di informazione, ha previsto l'introduzione nelle bollette elettriche dei clienti in Maggior Tutela di informazioni sulla Tutela SIMILE, sulle sue caratteristiche e sui canali per sottoscriverla e saperne di più. L'Autorità ha poi chiarito che gli operatori ammessi ad offrire la Tutela SIMILE potranno effettuare azioni per promuoverla, purché siano nel rispetto del codice di condotta commerciale, delle previsioni in materia di pubblicità ingannevole e comparativa e senza mai generare confusione tra le proprie offerte di Mercato libero e la Tutela SIMILE. I venditori potranno quindi promuovere campagne informative seguendo i criteri generali stabiliti dall'Autorità.