Venerdi, 19 ottobre 2018
Regione Toscana

Accessibilità dei farmaci, Parlamento Ue: nuove norme per migliorare il mercato

Nuove misure per garantire un migliore equilibrio tra gli interessi della sanità pubblica dei Paesi dell’UE e quelli dell’industria farmaceutica. È questo il contenuto di una risoluzione approvata dal Parlamento europeo. Lo scopo sarà quello di migliorare la tracciabilità dei costi di ricerca e di sviluppo, i finanziamenti pubblici e le spese di marketing.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’accesso ai farmaci essenziali è parte del diritto alla salute. Tuttavia, i deputati rilevano che ci sono notevoli discrepanze tra i Paesi dell’UE nella vendita e nella disponibilità di farmaci innovativi. Ciò potrebbe essere imputabile a vari fattori, tra cui i prezzi e i sistemi di rimborso, problemi di logistica di approvvigionamento e stoccaggio, bassa qualità dei medicinali, produzione insufficiente e utilizzo inadeguato, come pure regole sui brevetti spesso troppo rigide.

Inoltre, i prezzi dei nuovi medicinali nell’UE sono aumentati nel corso degli ultimi decenni, al punto da diventare proibitivi per molti cittadini europei minacciando anche la sostenibilità dei sistemi sanitari nazionali.

Il Parlamento chiede pertanto una nuova direttiva sulla trasparenza, al fine di garantire controlli efficaci e la piena trasparenza delle procedure utilizzate per stabilire il prezzo e il rimborso dei medicinali negli Stati membri.