Domenica, 19 agosto 2018
Regione Toscana

Bollette, con il canone la bolletta elettrica va conservata per 10 anni

La bolletta dell’energia va conservata per 10 anni: con il pagamento della bolletta elettrica dello scorso luglio si è raddoppiato il periodo “consigliato” di conservazione essendoci anche il canone TV.

Il CTCU precisa che il tempo di conservazione ordinario della documentazione relativa ad imposte e tributi è di 10 anni.

Il problema assume una sua rilevanza, quando, ad esempio, senza originali non si è in grado di provare l’avvenuto pagamento di una somma in occasione del ricevimento di un sollecito o di una richiesta da parte di qualche ente o società.

Perciò è molto importante conservare in un luogo sicuro la versione cartacea (è sempre da preferire) oppure una digitale della documentazione che si deve conservare. I termini di prescrizione – e quindi di conservazione minima – variano da caso a caso, mentre il termine di prescrizione ordinario è di 10 anni.  Prescrizione significa in poche parole che è scaduto il termine per far valere un proprio diritto.

In caso di acquisto di prodotti nuovi, come mobili, scarpe, vestiti, oggetti elettronici per casa o per lo svago (prodotti di consumo in genere) il termine per far valere la garanzia legale è di 2 anni dall’acquisto / consegna. Nel caso si dovessero manifestare dei difetti occulti (di conformità) entro tale termine, per poter fare un reclamo fondato bisognerà disporre di una prova certa di “quando” e “dove” è stata acquistata la merce, in genere basta anche lo scontrino. In tali casi le pezze d’appoggio (scontrino, fattura, ricevuta) sono da conservare pertanto almeno 2 anni dall’acquisto.