Mercoledi, 6 luglio 2022
Regione Toscana

Protezione minori online, nuova strategia europea

La Commissione europea ha adottato una nuova strategia europea per un'internet migliore per i ragazzi (BIK+), destinata a migliorare i servizi digitali adeguati all'età e a garantire che tutti i minori siano protetti, autonomi, responsabili e rispettati online.

Le tecnologie digitali e il loro uso da parte dei minori sono drasticamente cambiati negli ultimi dieci anni. La maggioranza dei bambini e dei ragazzi usa gli smartphone ogni giorno e per un periodo che è quasi raddoppiato rispetto a dieci anni fa. L'età in cui cominciano a farne uso si è inoltre notevolmente abbassata (cfr. EU Kids online 2020). I dispositivi moderni offrono opportunità e vantaggi, consentendo ai minori di interagire fra loro, apprendere online e divertirsi. Ma questi vantaggi non sono privi di rischi, come i pericoli dell'esposizione alla disinformazione, al bullismo online (cfr. studio del JRC) o a contenuti dannosi e illegali, da cui i minori vanno protetti.

La nuova strategia europea per un'internet migliore per i ragazzi mira a garantire contenuti e servizi online che siano accessibili, adeguati all'età e informativi, nel rispetto dell'interesse superiore dei minori.

La nuova strategia europea per un'internet migliore per i ragazzi costituisce la componente digitale della strategia dell'UE sui diritti dei minori della Commissione e rispecchia il principio digitale secondo il quale i "bambini e i giovani online dovrebbero essere protetti e dotati di maggiore autonomia e responsabilità".

Nuova strategia europea per un'internet migliore per i ragazzi – Domande e risposte