Venerdi, 20 settembre 2019
Regione Toscana

Peperoncino day, il 3 agosto a Viareggio si tenta il record del mondo

"Il peperoncino, al contrario della vite, degli olivi e dei cereali, è un produzione di nicchia per la Toscana, ma attorno ad essa e ai suoi diversi utilizzi, dal gastronomico all'ornamentale, si è sviluppato uno straordinario interesse, sia economico che culturale, tanto che ormai può dirsi un prodotto anche toscano, nel senso che sempre maggiori e di qualità sono le produzioni nei nostri territori. Il grande successo avuto negli anni dal Peperoncino day non fa altro che confermare la tendenza in atto". Con queste parole l'assessore all'Agricoltura della Regione Toscana, Marco Remaschi, ha presentato l'ottava edizione del Peperoncino day che si svolgerà a Viareggio sabato 3 agosto. "La festa di Viareggio, come molti altri eventi, diventa un'opportunità per far conoscere territori ed imprenditori agricoli, con uno stimolo magari a visitarli", ha aggiunto Remaschi. "Sono centinaia, in questo caso, le varietà di peperoncino selezionate dagli organizzatori e dai coltivatori".

L'evento dedicato al peperoncino, che quest'anno si terrà in piazza Mazzini, sulla passeggiata di Viareggio, sarà in ogni caso ancora più speciale rispetto alle passate edizioni perché l'obiettivo, questa volta, è registrare il record mondiale per la collezione esposta di peperoncini più grande di sempre.

Ad organizzare la manifestazione, nata da un'idea di Adolfo Giannecchini, è ancora una volta l'azienda agricola Carmazzi, con il suo marchio Mr Pic, in collaborazione con il Comune di Viareggio.