Mercoledi, 12 dicembre 2018
Regione Toscana

Mese dell'educazione finanziaria, un'iniziativa per insegnare ai ragazzi il valore del denaro on line

A scuola di risparmio, investimenti, previdenza ed assicurazione: non tanto per diventare broker ma semmai consumatori consapevoli ed attrezzati, che della finanza conoscono le regole del gioco.

La Regione Toscana partecipa al Mese dell'educazione finanziaria che si è aperto nei giorni scorsi, il 1° ottobre, e lo fa con un'iniziativa rivolta ai ragazzi delle scuole medie di tutta la Toscana, che potranno partecipare e richiedere lezioni in classe condotte da personale delle associazioni dei consumatori. Basta scrivere una mail a crcu@regione.toscana.it.

Il calendario di tutti gli eventi nazionali del mese dell'educazione finanziaria è disponibile sul sito www.quellocheconta.gov.it. L'iniziativa è stata promossa dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, cui contribuisce anche il Ministero dell'Economia e delle Finanze. L'organismo ha per l'appunto il compito di programmare e promuovere iniziative di sensibilizzazione ed educazione per migliorare in modo misurabile le competenze dei cittadini italiani in materia di risparmio, investimenti, previdenza, assicurazione.

L'intervento promosso dalla Regione Toscana  - il titolo: "Finanza: le regole del gioco" - è svolto in collaborazione con la Fondazione per l'Educazione Finanziaria e al Risparmio (FEDUF) e con le associazioni dei consumatori iscritte all'elenco regionale.